Inter × nella web dei tifosi dell' Inter.
Inter
La rete sociale dei tifosi dell'
Inter

mauro icardi

Prima di creare un nuovo articolo, accedi al motore di ricerca e controlla che non ci sia già l'articolo che vuoi creare. Se non esiste crealo e se esiste già puoi editarlo per aggiungere l'informazione che non abbiamo. Grazie!

Denuncia

Per favore indica il motivo per il quale vuoi denunciare l'articolo.

Per favore, copia/incolla il paragrafo che stai denunciando per localizzare il testo nell'articolo. Grazie.

mauro icardi

Invia ad un amico

Mauro Icardi


Mauro Icardi
Mauroicardi.jpg
Icardi nel 2012 alla Sampdoria
   
Dati biografici
Nome Mauro Emanuel Icardi Rivero
Nazionalità Argentina Argentina
Altezza 181[1] cm
Peso 75 kg
Calcio Football pictogram.svg
Dati agonistici
Ruolo Attaccante
Squadra Inter Inter
Carriera
Giovanili
2002-2008
2008-2011
2011-2012
Vecindario Vecindario
Barcellona Barcellona
Sampdoria Sampdoria
Squadre di club1
2012-2013 Sampdoria Sampdoria 33 (11)
2013- Inter Inter 36 (17)
Nazionale
2012-2013
2013-
Argentina Argentina U-20
Argentina Argentina
5 (3)
1 (0)
1 Dati relativi al solo campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
Statistiche aggiornate al 7 dicembre 2014

Mauro Emanuel Icardi Rivero (Rosario19 febbraio 1993) è uncalciatore argentinoattaccante dell'Inter.

Soprannominato El Niño del partido e O cañito, nel 2013 è stato inserito nella lista dei migliori giovani nati dopo il 1992 stilata da Don Balon.

 

Biografia

È primogenito di Juan Icardi, di origini piemontesi, e di Analia Rivero, per questo è in possesso del doppio passaporto. Il 27 maggio 2014 ha sposato la modella Wanda Nara[4][5].

Caratteristiche tecniche

Classica prima punta, Icardi è un attaccante forte fisicamente dotato di un ottimo fiuto del gol.

Carriera

Club

 

Giovanili 

Viene iscritto all'età di 5 anni al Club Infantil Sarratea, piccola squadra di quartiere della zona nord di Rosario. Nel 2002, per via della crisi economica, la famiglia Icardi si trasferisce in Spagna nelle Canarie, nel comune di Las Palmas dove viene tesserato dall'Unión Deportiva Vecindario segnando 384 gol in sei anni, poi il calciatore argentino Lionel Messi (originario anch'egli di Rosario) chiese alla famiglia di trasferirsi a Barcellona, dove giocò nelle giovanili della società blaugrana a partire dal 2008 dove segnò 38 gol in due anni ma non riuscì ad andare in prima squadra a causa dell'opposizione dell'allenatore Pep Guardiola che approvò la sua cessione nel gennaio 2011.

Sampdoria

L'11 gennaio 2011 è ceduto alla Sampdoria in prestito con diritto di riscatto fissato a 400 mila euro. Nel luglio 2011 è riscattato l'intero cartellino del giocatore e viene convocato dalla prima squadra per prendere parte al ritiro estivo pre-campionato.

Con i Blucerchiati disputa il Campionato Primavera 2011-2012 dove risulta il capocannoniere della manifestazione avendo segnato in totale 19 gol in 23 partite. Esordisce in Serie B il 12 maggio 2012 contro la Juve Stabia: entrato nella ripresa al 75' al posto di Bruno Fornaroli, segna la rete che decide l'incontro firmando il definitivo 1-2 e che consente così ai liguri di accedere in modo matematico ai play-off. I blucerchiati terminano la stagione al sesto posto, giocando e vincendo i play-off, e ottenendo la promozione nella massima serie. Il 26 settembre debutta anche in Serie A, giocando contro la Roma (1-1)e andando in gol alla tredicesima giornata nel derby della Lanterna contro il Genoa (3-1). Il 6 gennaio 2013 firma una doppietta contro la Juventus (1-2). Decide in seguito le partite contro Pescara (6-0, segnando una quaterna)[16] e Parma(1-0). A fine stagione conta 10 reti in 31 presenze di campionato, divenendo il capocannoniere stagionale della Sampdoria.

Inter

 
Icardi all'Inter nel 2014

L'8 luglio 2013, nonostante la mancata ufficialità del passaggio dalla Sampdoria all'Inter, viene convocato dai nerazzurri al ritiro precampionato.[18] Il giorno successivo viene infine ufficializzato il suo passaggio in nerazzurro in comproprietà.[19][20]

Con il numero 9, esordisce in Inter-Cittadella di Coppa Italia[21]. Segna le prime reti in nerazzurro contro Juventus[22] e Cagliari[23]: il 6 novembre, si sottopone ad un intervento chirurgico per un'ernia inguinale[24][25].

Torna a giocare il 15 febbraio 2014, segnando la rete decisiva per la vittoria in casa dellaFiorentina.[26] Il 13 aprile, realizza invece una doppietta a Genova contro la Sampdoria nell'incontro vinto per 4-0: chiude la prima stagione all'Inter con nove reti.

Il 10 giugno successivo, la società ligure comunica di aver raggiunto un'intesa con l'Inter per risolvere l'accordo di partecipazione relativo all'attaccante: i suoi diritti sportivi passano, a titolo definitivo, alla società milanese[27]. Nelle prime quattro gare della stagione 2014-15 segna sette reti, con una doppietta in Europa League e una tripletta in campionato nella vittoria casalinga per 7-0 contro il Sassuolo.

Nazionale

Il 20 aprile 2012 l'Under-19 italiana lo convoca per la partita Ungheria-Italia del 25 aprile seguente, ma Icardi decide di non accettare la convocazione perché vuole aspettare quella del suo paese. La convocazione dell'Argentina arriva il 26 luglio, quando il CT dell' Under-20 Marcelo Trobbiani lo convoca per l'amichevole Germania-Argentina del 14 agosto a Francoforte e per il Torneo di Alcúdia che si è disputato a Valencia dal 16 al 23 agosto.

Il 19 agosto segna la sua prima rete con la maglia dell'Albiceleste Under-20 nella partita Argentina-Giappone 2-0; la sua prima doppietta invece si realizza il 22 agosto nella gara Turchia-Argentina 1-2. Il 23 agosto l'Argentina si aggiudica il Torneo e Icardi viene premiato come capocannoniere della manifestazione essendo andato a segno in 3 occasioni.

Il 29 novembre viene convocato dall'Under-20 per disputare il Campionato sudamericano di categoria in programma in Argentina, a Mendoza e San Juan, dal 9 gennaio al 3 febbraio 2013; ma nel mese di dicembre gli viene negato il permesso dalla formazione blucerchiata e in special modo da Delio Rossi che vuole puntare fortemente sul giocatore vista anche l'assenza fino a fine gennaio di Maxi López.

Il 1º ottobre 2013 viene convocato dal CT Alejandro Sabella per la prima volta in Nazionale maggiore, esordendo il 16 contro l'Uruguay, gara valida per le qualificazioni ai Mondiali, subentrando all'82' a Fernández.

Statistiche

Presenze e reti nei club

Statistiche aggiornate al 7 dicembre 2014.

StagioneSquadraCampionatoCoppe nazionaliCoppe continentaliAltre coppeTotale
CompPresRetiCompPresRetiCompPresRetiCompPresRetiPresReti
2011-2012 Italia Sampdoria B 2 1 CI 0 0 - - - - - - 2 1
2012-2013 A 31 10 CI 0 0 - - - - - - 31 10
Totale Sampdoria3311 00      3311
2013-2014 Italia Inter A 22 9 CI 1 0 - - - - - - 23 9
2014-2015 A 14 8 CI 0 0 UEL 6[38] 4[39] - - - 20 12
Totale Inter3617 10 64   4321
Totale carriera6928 10 64   7632

Cronologia presenze e reti in Nazionale

Cronologia completa delle presenze e delle reti in Nazionale - Argentina Argentina
DataCittàIn casaRisultatoOspitiCompetizioneRetiNote
Totale Presenze1 Reti0 
16-10-2013 Montevideo Uruguay Uruguay 3 – 2 Argentina Argentina Qual. Mondiali 2014 - Ingresso al 82’ 82’

Palmarès

Competizioni giovanili

Individuale

Sampdoria: 2011-2012 (19 gol)
Pagina creata da Carri01

È probabile che questo articolo contenga materiale della Wikipedia questo materiale viene utilizzato in senso ai termini di licenza libera di documentazione GNU